skip to Main Content
Perché Mi Devo Iscrivere A LinkedIn Se Tanto Non Pubblico Niente?

Perché mi devo iscrivere a LinkedIn se tanto non pubblico niente?

Cosa mi iscrivo a fare a LinkedIn, se tanto non pubblico niente?“. Domanda più che lecita. Una situazione che merita però di essere valutata caso per caso. Perché in alcune circostanze, che ti piaccia o no, di LinkedIn non puoi fare a meno.

Questa è la forza dei brand: pensi di non averne bisogno… ma in realtà non è così.

Per quali settori è fondamentale essere su LinkedIn?

Secondo me non può mancare su LinkedIn chiunque lavori in ambito:

  • Web & Digital;
  • Marketing;
  • Engineering;
  • ICT;
  • Sales.

Reputo inoltre fondamentale la presenza su Linkedin di qualunque CEO & Founder di un’azienda di qualsiasi settore.

Questo è un elenco del tutto personale, basato sulla mia quasi decennale esperienza sul più famoso business social network. Se hai altre idee, lascia un tuo commento all’articolo.

Ok mi hai convinto: mi iscrivo a LinkedIn. Quali sono i primi step da seguire?

Questa invece è la forza del copy persuasivo 🙂

Scherzi a parte, stai sicuro che LinkedIn usato nel modo corretto ti regalerà grandi soddisfazioni. Però un pochino ti devi impegnare.

Ecco le prime azioni da compiere, in ordine cronologico:

  1. Iscriviti con una mail già in possesso. Utilizza la mail che desideri: al profilo LinkedIn ne potrai associare più di una e mettere in evidenza quella ufficiale aziendale (per intenderci, sconsiglio vivamente di mostrare i vari hotmail, libero etc);
  2. Usa una foto profilo (avatar) professionale. No gattini, foto in spiaggia, selfie con gli amici;
  3. Completa le sezioni più importanti della pagina: esperienza, formazione, eventuali certificazioni o traguardi raggiunti. Tieni sempre conto che LinkedIn ha finalità business: tuttavia in alcuni casi può avere senso mettere in evidenza le proprie passioni o cause cui si partecipa, per far capire meglio chi siamo, cosa vogliamo e come ci impegniamo nelle situazioni;
  4. Scrivi un riepilogo esaustivo e sintetico: mi riferisco allo spazio che comparirà in alto, sotto la tua foto. Sarà una delle prime cose che gli altri utenti leggeranno sulla tua pagina;
  5. Inizia a incrementare la tua rete: aggiungi colleghi, ex colleghi, partner, clienti. L’obiettivo non è fare a gara tra chi ha più contatti, ma costruirsi una rete di relazioni valide, interessanti e che ti permettano di mantenere il focus sul tuo settore o i settori di tuo interesse. Volendo puoi sfruttare la funzionalità “aggiungi contatti personali” presente qui: LinkedIn si sincronizzerà con i tuoi contatti e-mail suggerendo collegamenti.

Benissimo, direi che con le azioni base ci siamo. Puoi decidere di fermarti qui, oppure ti puoi impegnare per dare una svolta al tuo profilo e alla tua brand awareness. Come? Investendo del tempo per interagire in modo giusto nel social network e far crescere la tua autorevolezza!

Diventare autorevole su LinkedIn. Le mosse vincenti

Esserci è già molto. Ma da solo non basta.

Se usato correttamente, LinkedIn è uno strumento molto potente per affermarsi come autorevole nel proprio settore e trovare opportunità lavorative. Per farlo però ci vogliono costanza, tempo, strategia, intelligenza e moderazione.

Ecco alcuni consigli:

  • Iscriviti a gruppi rilevanti per il tuo ambito e inizia a interagire. Come su Facebook, anche su LinkedIn esistono i gruppi: sfrutta il form di ricerca in alto per trovare gruppi di tuo interesse. Ce n’è di ogni: dal gruppo dedicato a Google Analytics al super gruppo di Digital Marketing. Una volta che hai aderito potrai impostare le tue preferenze di notifica ma soprattutto iniziare a leggere, apprendere e comunicare con gli altri membri.
  • Crea un gruppo. E se non esiste un gruppo per un argomento su cui ti senti “confident”? Crealo tu: un altro ottimo modo per farti conoscere nella rete!
  • Partecipa a discussioni. Non aver paura di intervenire con domande, osservazioni, complimenti in discussioni avviate in gruppi o da singoli sulle proprie pagine. Con intelligenza e rispetto potrai trarne grandi benefici;
  • Crea la tua pagina aziendale. Se la tua azienda non ha una pagina dedicata su LinkedIn, è il momento giusto per crearla. In questo modo dai autorevolezza alla tua realtà è implementi le possibilità che venga trovata, fuori e dentro il social (ricordo che le pagine di LinkedIn si posizionano in Google). Anche qui valgono sempre le stesse regole generali della rete: la pagina deve essere ben presentabile e costantemente aggiornata con la pubblicazione / condivisione di news, traguardi, casi di successo;
  • Condividi articoli e approfondimenti rilevanti per il tuo settore. A seconda delle situazioni puoi optare per condividere pagine e news da portali e siti autorevoli oppure pubblicati sul tuo stesso sito. Una strategia questa assai vincente se portata avanti con tenacia e perseveranza: per conquistare e fidelizzare i clienti oggi tutte le aziende – compresa la tua – devono perseguire l’obiettivo supremo di trasformare il proprio sito in un content hub, un punto di riferimento per il settore. Un tassello fondamentale nella nuova era del marketing che attrae (“inbound marketing”).

Ora ti sono più chiare le potenzialità di LinkedIn?

Ma allora questo LinkedIn è proprio potente!

Bravissimo, hai fatto centro! E allora se:

  • Vuoi consulenza su come revisionare il tuo profilo LinkedIn
  • Vuoi capire come usare LinkedIn nell’ottica di un percorso vincente di inbound marketing
  • Senti di voler revisionare la tua strategia di contenuti web per utilizzarla al meglio su LinkedIn e altri canali

contattami: insieme troveremo la soluzione migliore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *